Rapporto Parità di Genere 2022

Rapporto Parità di Genere 2022

Dal 23 giugno sarà possibile compilare online il così detto Rapporto Parità di Genere 2022, meglio definito “rapporto periodico sulla situazione personale maschile e femminile“.

Questa relazione sintetica, obbligatoria per le aziende sopra i 50 dipendenti, è stata inserita dal Codice per le pari opportunità (Decreto Legislativo 198/2006), modificato di recente dalla legge 162/2021.

Rispondiamo brevemente ad alcune domande frequenti riguardanti questo resoconto obbligatorio da poco introdotto in Italia.

Cos’è il rapporto imprese sulla parità di genere

Il rapporto parità di genere è un modello da compilare in via telematica introdotto per il monitoraggio nelle aziende italiane dei livelli di parità di genere e salariale.

Il rapporto è di tipo biennale. Deve essere compilato con tutta una serie di informazioni relative alle condizioni di lavoro femminile e maschile sia in relazione al complesso delle attività produttive e delle dipendenze, sia in riferimento a ciascuna unità produttiva aziendale con più di 50 dipendenti.

Deve contenere:

  1. indicazioni precise sul numero dei lavoratori occupati distinti per sesso con dati specifici sulle  retribuzioni iniziali, il tipo di contratto stipulato e la funzione svolta da ciascun occupato;
  2. l’importo della retribuzione complessiva corrisposta, delle componenti accessorie del salario, delle indennità,  dei bonus;
  3. le modalità di accesso al rapporto da parte dei dipendenti e delle rappresentanze sindacali:
  4. informazioni sui processi di selezione effettuati per reperire il personale;
  5. le misure, se presenti, previste per favorire la conciliazione tra vita privata e lavoro.

Quando e come compilare il rapporto

Le aziende sono obbligate a redigere la relazione in modalità telematica attraverso l’apposito portale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali https://servizi.lavoro.gov.it .

Il modello per la stesura del rapporto sarà disponibile online dal 23 giugno 2022, per la documentazione relativa al biennio 2020-2021.

La scadenza per l’invio delle informazioni è stata fissata per quest’anno al 30 settembre 2022.

Per gli anni futuri la data della scadenza sarà differente, probabilmente primaverile.

Oltre alla compilazione online è richiesto l’invio di una copia del rapporto anche alle rappresentanze sindacali aziendali.

Qual’è l’obbiettivo di questa misura

L’obiettivo principale di questa misura è rendere effettivo il principio di parità nei luoghi di lavoro, prima di tutto monitorando cosa realmente accade nel paese.

La Consigliera nazionale di parità, al termine degli invii, elaborerà i dati per la redazione di un resoconto annuale della situazione generale nelle aziende in Italia.

Per ottenere supporto e consulenza nell’invio di questo Rapporto Parità di Genere 2022 chiamaci per un primo incontro.

Rapporto Parità di Genere 2022
Rapporto Parità di Genere 2022